Come può una semplice tavola ancorata a due ruote portarci in giro per strade e stradelli e farci divertire così tanto? Basta andare al parco o in un piazzale per imbatterci sempre più frequentemente in quei trabiccoli tecnologici simili a skateboard ma più robusti e ‘tarchiati’ che portano a spasso la gente, con i piedi ben saldi sulla plancia comandata dalla rotazione del corpo e dalla pressione delle gambe. Da non confondere con i tradizionali monopattini, gli hoverboard sono mezzi elettrici di trasporto rivoluzionari, con o senza manubrio, che sfruttano un sistema di auto-bilanciamento di cui il conducente dà gli input direzionali. La tavola è suddivisa in due parti ed è delimitata dalle ruote poste in corrispondenza delle due estremità, una sorta di cerniera al centro consente una rotazione delle ruote in direzioni diverse e indipendenti, l’una dall’altra.

Un punto a favore degli hoverboard, che ne decreta il successo planetario, è la facilità di utilizzo che si fonda sul peso corporeo, che imprime il grado di accelerazione del mezzo a seconda che lo si sposti in avanti o indietro e che si faccia più o meno pressione sulla plancia del veicolo. Per fare un esempio, spostandosi in avanti il mezzo accelera, calcando invece il peso di lato si riesce a curvare, è questione di esercizio ma fondamentalmente l’hoverboard è un mezzo intuitivo che non richiede particolare ‘scienza’. E’ sempre bene dosare i movimenti che devono rimanere leggeri, quanto basta per azionare i sensori del veicolo. Se si deve fare una curva il consiglio è di ridurre sensibilmente la velocità per non incappare in un possibile ribaltamento del veicolo. Maggiori informazioni su come scegliere un hoverboard

A seconda degli spostamenti di chi sta sopra e della pressione esercitata col piede sulla tavola, il mezzo si sposta dritto o in curva. Sembra difficile e pericoloso, ma non lo è, come argomentato sul sito www.sceltahoverboard.it, l’hoverboard non è strutturato per farsi male ed esporci al rischio di capitomboli degni di Paperissima, è fatto apposta per favorire l’equilibrio di grandi e piccoli, fino a sostenere un carico di un quintale e passa. In soldoni, è più facile a farsi che a dirsi, a intuito può sembrare un mezzo pericoloso e renderci titubanti sul suo acquisto, ma nella realtà basterà provarlo per rendersi conto di quanto possa essere funzionale, divertente e ludica un viaggetto a bordo dell’hoverboard.